Crea sito
 
Oggi è 25/09/2020, 8:08

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




 Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: L'aura
Messaggio da leggereInviato: 31/07/2012, 2:57 
Avatar utente

Iscritto il: 13/07/2011, 20:31
Messaggi: 585
Chiedo scusa se scrivo un po' esitante a proposito dell'aura. Posso solo esprimere quello che sinora ne ho compreso, e magari sbaglio.
Si parla dunque di aura eterica e aura astrale. L'aura astrale dovrebbe consistere in una specie di ovale situato nella parte superiore del corpo e al di sopra di lui, sporgendo molto o anche moltissimo rispetto al corpo fisico. Essa è mobile e colorata: i suoi colori sono in rapporto con gli elementi essenziali del carattere e temperamento di ognuno; secondariamente anche con l'umore del momento. La vedono gli iniziati più o meno consapevoli, o persone che comunque hanno karmicamente questa facoltà.

L'aura del corpo eterico sarebbe invece quella che sporge normalmente di poco rispetto al corpo fisico, più in certe zone e meno in altre, e si reputa che le sue dimensioni siano in rapporto con la vitalità della zona interessata.

Purtroppo non ricordo dove R Steiner parli di tale argomento. Sta di fatto che leggendo Wilhelm Reich ho imparato a vedere un'aura intorno alle persone che per me è incolore, solo luminosa, e sporge normalmente di poco, ma talora anche di molto, per esempio spesso su testa e spalle, rispetto al corpo fisico e agli abiti. Qualche volta tale aura è così piccola da non essere che parzialmente visibile. Ritengo si tratti dell'aura del corpo eterico, e che la sua dimensione non sia solo in rapporto con una "maggiore salute" della zona, ma anche con eventuali deformazioni o malfunzionamenti che non mi ritengo in grado di giudicare, se non parzialmente ed in singole occasioni.
Per vederla Reich (lui la chiamava aura orgonica, cioè energetica, intendendo l'orgone come energia vitale) suggeriva di osservare il corpo su uno sfondo blu, per esempio un muro, il cielo, un cartone.
Noto anche che normalmente non "vedo" quest'aura, la vedo però subito allorché mi concentro per vederla, un po' come per i caratteri di stampa, che finché non ci fai caso non sai dire se siano di un tipo (es. Bodoni) o di un altro, ma se ti ci soffermi sopra hai subito le informazioni relative. Non è dunque il caso di immaginare qualcuno che gira osservando le aure altrui tutto il tempo - a meno che non si tratti di una persona squilibrata, o anche "santa", oppure assai attenta alla cosa per qualche speciale motivo.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'aura
Messaggio da leggereInviato: 31/07/2012, 8:27 

Iscritto il: 13/07/2011, 7:20
Messaggi: 159
Penso sia come dici tu, solo che l'aura astrale non sarebbe situata al di sopra del corpo ma è un ovale ampio o amplissimo che lo comprende al suo interno, cioè partirebbe da terra e si eleverebbe anche molto in alto. Probabilmente era di questa che dicevano due amici coi quali andai a sentire un famoso conferenziere, non antroposofo: "Ma se ha un'aura normalissima!"
Sull'aura eterica la penso come te, sporge di poco e segue il profilo del corpo. Conosco uno che la percepì un paio di volte durante le riunioni del gruppo antroposofico: luminosa, la vide improvvisamente contornare due persone con le quali stava discutendo (aggiungo io, non so se c'entra, che i due sono iscritti alla classe).
Però mi viene un dubbio: mi pare di aver letto da qualche parte che il corpo eterico ha il colore del fior di pesca...
L'aura "orgonica" dev'essere quella che imparava a vedere un'amica frequentando un corso new-age: mi faceva mettere davanti ad un muro bianco ed: "Ecco, sì si, adesso la vedo!"
Qualcosa di più serio doveva essere quello che aveva imparato a percepire un amico (una persona definita "retta") col quale si studiava Steiner e che seguiva anche altre strade: mi stava fissando e gli chiesi a bruciapelo "Mi stai guardando l'aura?". Scosse la testa, non rispose e credo gli sia dispiaciuto, per modestia, che abbia forse capito qualcosa. Peccato che non lo veda spesso.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'aura
Messaggio da leggereInviato: 31/07/2012, 9:40 

Iscritto il: 12/09/2011, 8:29
Messaggi: 68
Località: Roma
Io ho qualche perplessità sulla mia visione dell'aura eterica. Anche io in varie occasioni, ho sperimentato la visione di un'aura chiara intorno a persone che parlavano su sfondo chiaro, ad esempio durante delle riunioni spirituali. Però successivamente ho iniziato a fare delle prove di veridicità su quello che effettivamente vedevo. Così provai a vedere l'aura di un oggetto senza vita, che non la dovrebbe avere. Ma io, nelle stesse condizioni di prima, anche sull'oggetto inanimato, vedevo lo stesso contorno chiaro. Allora ipotizzai che non stavo vedendo l'aura, ma l'illusione ottica che si forma nella retina quando si fissa per lungo tempo un oggetto scuro su sfondo chiaro o viceversa: ossia l'impressione della luce sulla rentina, che vi rimane per qualche secondo. La stessa cosa che accade quando ci puntano una luce negli occhi e per qualche secondo continuiamo a vedere una forma scura della stessa forma dell'oggetto luminoso che ci ha impressionato la retina.

Questo tipo di prove le ho fatte anche con il seme (l'esercizio del seme in Iniziazione), e credo di aver visto la stessa cosa.

Mi capita anche un'altro fenomeno. Ovvero dopo parecchio che concentro lo sguardo su un oggetto, accade (se non sbatto mai le palpebre) che i contorni di quell'oggetto divengono progressivamnete sempre più indefiniti, specialmente in un ambiente con poca luce. E a questi contorni indefiniti, la mente associa altre immagini o luci, che colorano l'oggetto e ne modificano la forma. Il tutto poi sparisce al primo battito di ciglia. Ma credo che siano cose che rientrano nello stesso ambito di cui prima.


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'aura
Messaggio da leggereInviato: 31/07/2012, 21:46 
Avatar utente

Iscritto il: 13/07/2011, 20:31
Messaggi: 585
Non l'ho detto per non complicare troppo, ma Reich trovava quest'aura orgonica anche sulla materia inanimata. Per esempio, un oggetto di gomma dovrebbe averne una abbastanza visibile, e anche diversa da uno di metallo. Proprio il fatto di trovarla dappertutto fece concludere a Reich che tale energia compenetrasse ogni cosa, solo che si organizza diversamente a seconda dell'"oggetto".
Dunque, se tu vedi l'aura attorno ad oggetti non ci sarebbe nulla di strano. Se poi guardi direttamente il cielo con nubi scure, ti accorgerai che a circa un metro da te puoi vedere delle lucine chiare che circolano in spirali. Per la scienza si tratta di effetti illusorii, dovuti a "movimenti" interni all'occhio, i fosfeni. Il fosfene è un disturbo visivo caratterizzato dalla percezione di puntini luminosi (o scintille) in assenza di luce. Sta di fatto, però, che tramite una lente li puoi ingrandire, dunque sono reali ed esterni! Sarebbero - sono - gli orgoni di Reich, cioè l'energia eterica presente nell'atmosfera. Eventualmente vi sarebbe da discriminare tra eterico ed astrale, in quanto Reich accomuna le due cose sotto la medesima denominazione, cioè non le distingue, e trova che talora hanno caratteristiche che per noi sono piuttosto riconducibili al piano astrale.
Per avere un'idea dell'ottusità di chi nega certe realtà, v. http://www.forumsalute.it/community/for ... tro_1.html


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: L'aura
Messaggio da leggereInviato: 01/08/2012, 10:21 

Iscritto il: 12/09/2011, 8:29
Messaggi: 68
Località: Roma
ginogost ha scritto:
Ritengo si tratti dell'aura del corpo eterico ...

Per vederla Reich (lui la chiamava aura orgonica, cioè energetica, intendendo l'orgone come energia vitale) ...

Non l'ho detto per non complicare troppo, ma Reich trovava quest'aura orgonica anche sulla materia inanimata.


Questa affermazione andrebbe indagata ulterirmente, perché a braccio mi viene da pensare che l'aura eterica sia presente solo su le entità che hanno la vita. Mentre leggendo l'Iniziazione, mi viene da pensare che l'aura astrale sia presente dappertutto:

Nel Capitolo 2) L'Illuminazione, Steiner dice:

Il primo passo consiste nell’osservare in un determinato modo varii esseri della natura, come, per esempio: una pietra trasparente di bella forma (un cristallo), una pianta e un animale.
[...]
La scienza occulta indica ciò che emana dalla pietra e si palesa all’organo chiaroveggente come «turchino» o «turchino-rossiccio», e ciò che fluisce invece dall’animale come «rosso» o «rosso-giallastro».

[...]
Il discepolo dell’occultismo, allo stadio di evoluzione che abbiamo descritto, non vede soltanto il cristallo, o la pianta, ma anche le suddette forze spirituali; e vede gl’impulsi degli animali e degli uomini, non soltanto attraverso le manifestazioni fisiche della loro vita esteriore, bensì anche direttamente, sotto forma di oggetti, come nel mondo fisico vede tavole e sedie. L’intero mondo d’istinti, impulsi, desideri e passioni di un animale o di un uomo diventa l’aura, la nube astrale, in cui questo è avviluppato.


Ma sono aperto a nuovi sviluppi!


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 5 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010