Crea sito
 
Oggi è 25/09/2020, 8:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




 Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: La Musica, ovvero l' incarnazione dell' IO
Messaggio da leggereInviato: 16/05/2012, 23:34 
Avatar utente

Iscritto il: 06/08/2011, 12:37
Messaggi: 24
Oplà ! Risolti vari problemi di connessione e non, torno a far visita ad amici vecchi e nuovi.
Ma... torno e trovo un argomento come "musica" ( e anche "euritmia" eh eh ... ! ) con 0 (zero ! ) topic !
Mi si rizzano i capelli !
Beh, avrete avuto il vostro bel daffare, capisco...tempi duri ...
Comunque bando (anzi... BANDA -parlando di musica...) alle ciance ...
L' essenza della musica si sviluppa dai mondi spirituali, è linguaggio dell' anima, universale, ragione per cui mi sento in dovere sempre, da sempre e comunque di rendere onore a questo immenso dono. Dalle sue leggi, per via dei sensi dell' anima, riceviamo il senso dell' armonia, della pace, il gusto per l' equilibrio e per i significati, per il silenzio.
Ritmo, armonia, accordo, pausa, quanti elementi vengono proposti, evocati continuamente dalla Musica nello Spirito !
L' Anima ne è vinta, anche il corpo fisico reagisce ai suoni, alle intonazioni...lo Zodiaco ne è pervaso...
La scala musicale, o meglio l' ottava, esprime l' esperienza di ben DUE SOGLIE !
Si osservi la tastiera di un pianoforte, le otto note dal Do al Do successivo ( quindi la scala di Do maggiore ), poi la si "divida" al tasto nero successivo ai primi 4 ( Fa diesis) : è evidente che la sequenza di tasti bianchi e neri, da entrambi i lati, sia identica e ripetuta. Abbiamo così identificato i due Tetracordi che compongono l' ottava. Potremo ora verificare l' autenticità delle due soglie, ma per fare questo occorre ampliare il campo di osservazione, ottenere maggiori riscontri.
L' osservazione della natura secondo Goethe svela l' azione formativa della Musica in più di un caso, essa è guida e matrice delle forze eteriche !
Senza divagare qui mi riferirò a un particolare del modello umano, il sistema osseo degli arti.
Molti animali non hanno nè clavicola, nè pollice o falangi articolate , l' uomo si. L' Io, probabilmente, trova la forma umana più consona alla Sua essenza ! Vediamo così che da un osso unico (clavicola) sviluppiamo per ogni lato un osso ( omero ) , poi due coppie ( radio- ulna ), e infine ( fin qui) l' articolazione del polso. Da qui in avanti le cose si complicano, la mano si sviluppa in un sistema osseo differenziato, dita e falangi, che pare architettato per permetterci di compenetrare la materia, di raggiungere coi sensi e con l' ingegno, all' esterno, il mondo fisico. Questa metamorfosi, questa specializzazione porta l' Io nel mondo, coi nostri sensi e con la nostra azione ! E' certamente una soglia ! Ma... La Musica ?
Torniamo indietro un momento, per verificare qualcosa...
Solleviamo un avambraccio, o entrambi, davanti a noi.
Ci è possibile un gesto molto naturale, la rotazione resa possibile dal gomito, il gesto di allontanare o di trattenere, l' apertura e la chiusura da e verso noi stessi.
E' curioso che il terzo segmento, l' avambraccio, sia costituito da ossa doppie e che dia origine a un gesto così speciale. Due polarità, o dentro o fuori, o vicino o lontano. Curioso che la terza nota della scala sia quella che definisce il modo maggiore o minore, allegro o triste !
Sappiamo, da buoni antroposofi, che è saggio superare gli impulsi di simpatia e antipatia, privilegiando la coscienza...
Ed ecco il quarto segmento, il polso, la Soglia dell' individualità ancora priva della sensibilità e dell' attività verso l' esterno, il Fa che con un impulso a superare se stessi origina il secondo tetracordo, a completare la scala dell' incarnazione dell' Uomo. Essa giungerà al culmine, secondo il cruento ma significativo mito di Apollo e Marsia, superando quest altro limite, uscendo dalla nostra pelle ( Marsia viene squoiato per punizione della sua superbia, dopo aver perso contro Apollo in duello musicale ) .
Grazie per avermi dato modo di condividere, Auguro a tutti idee e azioni feconde !!!


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Musica, ovvero l' incarnazione dell' IO
Messaggio da leggereInviato: 17/05/2012, 8:00 

Iscritto il: 25/07/2011, 21:36
Messaggi: 131
grazie, davvero molto interessante... non del tutto in tema, ti mando una banda di gatti, siberiani...


Allegati:
0_7bbf7_87888ace_L.jpg
0_7bbf7_87888ace_L.jpg [ 53.92 KiB | Osservato 4124 volte ]
Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Musica, ovvero l' incarnazione dell' IO
Messaggio da leggereInviato: 18/05/2012, 20:32 
Avatar utente

Iscritto il: 06/08/2011, 12:37
Messaggi: 24
:lol: Splendidi !
Comunque non è neanche troppo OT, gli animali hanno in genere sensibilità musicale ! Gatti e tartarughe, almeno per mia esperienza si ! Ciao, grazie !


Non connesso
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: La Musica, ovvero l' incarnazione dell' IO
Messaggio da leggereInviato: 27/09/2018, 20:29 
Avatar utente

Iscritto il: 13/07/2011, 20:31
Messaggi: 585
Ora riesco ad entrare. Beh, ragazzi, volevo parlare della musica dell'io e quella dell'astrale. La prima sarebbe la "classica", anche quella brutta, conta l'intenzione dell'autore di portare qualcosa di nuovo per lo sviluppo dell'umanità.
La seconda è la musica leggera, cioè "di consumo", dove l'ascoltatore più che il nuovo cerca la ripetizione del vecchio, "suonala ancora Sam", frase emblematica.
Poi, è certo che si può voler riascoltare anche un pezzo classico, però qui conta appunto l'intenzione dell'autore, che era rivolta all'io dell'ascoltatore. Invece, l'ascoltatore può anche utilizzare la musica dell'io come fosse musica per l'astrale, cioè riascoltarla più volte per godersela. Ma l'autore sa bene se sta scrivendo per l'io o per l'astrale. E' un po' la distinzione in arte tra artista e pittore, o tra artista e decoratore. Possono esservi decorazioni di alto livello, e pitture scadenti, e i valzer di Strauss si pongono vicini alla musica dell'io pur essendo "di consumo". Ma non è il caso di perdersi tra le vie di mezzo, che pure ci sono, però poche. Infine non sarà possibile che una musica dell'astrale (salvo appunto eccezioni) possa essere usata come musica dell'io da qualcuno - che poi è proprio quello che sta succedendo oggi, tra esaltazioni di complessi rock, divinizzazione di simpatici cantautori ecc.
Spero che qualcuno non sia d'accordo, così si arricchisce il discorso.


Non connesso
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
 Pagina 1 di 1 [ 4 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
phpBB skin developed by: John Olson
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group


Creare forum
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010